la ferrata Gerardo Sega è situata nella valle dei mulini alle pendici del monte Baldo, ed è classificata come rossa, ma se non fosse per l'avvicinamento piuttosto lungo sarebbe un sentiero attrezzato semplice e divertente con cenge aeree e poche verticalità. La nostra escursione è cominciata dal rifugio monte Baldo con il primo tratto in discesa che ci ha portato nei pressi della bella cascata Preafessa punto di svolta del tracciato che da qui comincia a salire anche se fino all'attacco della ferrata non presenta tratti troppo ripidi. L'attacco del sentiero attrezzato è costituito da una scala in ferro che ci porta sulla prima cengia permettendoci di spaziare lo sguardo verso Avio ed il fondovalle, ma la nostra attenzione va più ai neofiti delle vie ferrate che, aLL'inizio titubanti prenderanno ben presto confidenza con corde e moschettoni tanto da sembrare rammaricati della brevità della via. Forse la difficoltà maggiore è data dal fango che abbiamo sotto le pedule e che rende un pò scivolosa la roccia, comunque senza problemi guadagnamo l'uscita della ferrata sul monte Coleaz. Dalla fine della ferrata una lunga passeggiata su mulattiere rese fangose dalle recenti piogge ci riporta al rifugio dove ci aspetta un buon pranzo ed i soliti commenti che accompagnano la fine di ogni escursione.