Quella che sembrava nata sotto una cattiva stella si è invece rivelata un'escursione con i fiocchi, e non solo metaforicamente. Stiamo parlando della ormai classicissima salita al golem di notte al chiaro di luna, dapprima rimandata di una settimana per motivi tecnici poi a loro volta saltati, quindi la prospettiva di una luna calante e poco visibile, poi la mancanza di neve che avrebbe tolto altro fascino e infine la prospettiva che sabato ci sarebbe stato brutto tempo con neve, nuvole basse e temperature polari aveva raffreddato anche i nostri entusiasmi. Invce la storia ci racconta qualcosa di diverso, partenza da Pezzoro sotto una leggera nevicata che arrivati al rifugio Pontogna aveva cambiato, come diciamo noi setaccio, non ci frena perchè comunque c'è una buona visibilità e il folto gruppo di partecipanti ha voglia di andare, ma il tempo di calzare i ramponi è lo stesso che serve alle nuvole per abbassarsi e farci temere il paggio, però decidiamo che comunque fino sopra il ratù possiamo arrivare con sicurezza grazie al tipo di percorso e con l'aiuto delle fiaccole che accenderemo. Con una diligenza poco riscontrabile normalmente, ci incamminiamo in fila indiana alla volta di malga Pontogna, e quindi del ratù, e mentre piano piano saliamo piano piano si diradano anche le nuvole lasciando intravedere in alto le stelle Accendiamo alcune torce per dare un riferimento a chi si attarda e per il ritorno, quindi puntiamo decisamente alla volta del Redentore meta come sempre della nostra gita, giunti in vetta qualcosa di caldo e poi dietrofront perchè il freddo è tanto, probabilmente meno 20, e perchè presso il rifugio ci aspetta un'ottima cena. Alla fine della serata mentre scendiamo di nuovo a Pezzoro soddisfatti della bella escursione in mezzo a tante stelle fa capolino anche la luna che sembra darci appuntamento alla prossima