Ci risiamo, eccoci di nuovo a parlare di ciaspolate e di gite in generale, a noi del CAI di Rovato piace iniziare l'anno con una ciaspolata in Golem ma non al mattino presto bensì in notturna e al chiaro di luna. Non è una novità ma è ormai un appuntamento decennale, forse la più classica delle nostre escursioni e sicuramente un bellissimo modo di iniziare un nuovo anno di gite. L'escursione in se non presenta grosse difficoltà tecniche ma non è neanche banale dato che oltre al dislivello (circa mille metri) il periodo, la nostra gita si svolge il 15 gennaio, la neve (speriamo buona) e la possibilità di incontrare tratti ghiacciati, nonché l'orario, visto che la partenza è prevista per le 3 pomeridiane. Tutte queste cose che richiederanno allenamento,attenzione, attrezzature e un abbigliamento adeguato non ci devono però scoraggiare dato che la prima tappa sarà presso il rifugio Pontogna m 1259, dove ricompattarci e decidere chi è intenzionato a proseguire verso il Guglielmo oppure aspettare il ritorno del gruppo per la tradizionale cena. Senza dimenticare che se il tempo ci assiste avremo un tre quarti di luna crescente a rischiarare il nostro cammino che oltre il Pontogna ci porta verso l'omonima malga e quindi verso il duro ratù, sorpassato il quale siamo ormai in vista del redentore e praticamente con la maggior parte della salita alle spalle, un po' di percorso meno faticoso e poi l'ultima erta per arrivare a castel Bertino, fine della salita e inizio del ritorno.