DOMENICA 15 APRILE Gita intersezionale ROVATO, CHIARI, PALAZZOLO, COCCAGLIO

PARTENZA ALL’IMBARCADERO DI ISEO CON BATTELLO ALLE ORE 9.30, POSTI PRENOTATI N. 100.

Calcolando anche il maltempo speravo almeno in 100 partecipanti. All’orario di partenza, siamo in 68. Ho atteso fino alle 9.29 minuti e 55 secondi prima di pagare i biglietti dei partecipanti, senza penale, aspettando che arrivasse ancora qualcuno, ma invano: è arrivato invece un acquazzone a pioggia battente nel momento che il battello partiva.

Nonostante la pioggia, un’oretta di crociera ha riscaldato gli animi sul battello, che era strapieno, con comitive che del maltempo non gliene fregava niente, e nemmeno ai nostri, calcolando che tra i nostri, 25 erano ragazzi dell’alpinismo giovanile di Chiari e Palazzolo. Questi ragazzi, tutti bardati a dovere, , non si sono persi di animo ed hanno affrontato i capricci del tempo con allegria e senza fiatare. La gita è comunque riuscita benissimo, non sempre ha piovuto e vi sono stati momenti di una paesaggistica spettacolare dove il lago sembrava un fiordo norvegese, le nubi giocavano a saliscendi dai monti. Con un’ora di camminata sulla ciclabile Tavernola - Corno di Predore e un’ora di sentiero nel bosco, siamo arrivati un poco infreddoliti all’oratorio di Predore, dove Don Claudio ha messo a disposizione per noi un salone riscaldato con tavoli per tutti, bar ecc. Un grazie dunque a Don Claudio, al socio Fausto che si è portato in anticipo sul posto a prepararci l’ambiente, alla Fulvia, alla Giuliana, a Francesco, che con il loro impegno hanno determinato il buon esito della gita e sono riusciti a sollevarmi il morale. Una piccola lotteria ha allietato la giornata con un allegro ritorno, ancora in battello.

A fine giornata, se qualcuno mi avesse chiesto come era andata la gita avrei risposto “tutto ok!”, ma chissà perché nessuno lo ha fatto!. (Carletto)