Domenica 6 febbraio . Col Santo (m. 2.112) e rifugio Lancia da Giazzera (m. 1092). Gruppo del Pasubio.

Dislivello in salita: m.1020 Attrezzatura: ciaspole o sci, ramponi o racchette da neve (ciaspole), a seconda dell'innevamento. Abbigliamento pesante. Difficoltà: per sci-alpinisti: AD+ / MS, per escursionisti: facile ma lungo itinerario. Tempo di salita: ore 3,00-3,30 In alternativa, è possibile raggiungere direttamente il rifugio Lancia in circa 2 ore ed aspettare chi effettua il giro completo.

Descrizione dell’itinerario: dal parcheggio sopra Giazzera, si segue la strada forestale che conduce al rif. Lancia (segnavia SAT 101). Dopo circa 2 km, ad una diramazione per “Pazul – Bait del Marisa” (SAT 132) si gira a sx (est) e si risale la ripida strada forestale. Dopo aver superato alcuni prati aperti e aver raggiunto la “Baita del Marisa” si va a sx per stradina verso “Malga Valli”. Con breve discesa si giunge ad un prato nei pressi della Valletta del Turghile che si apre alla nostra destra. Si entra nella valle se-guendone il solco tra pini e larici, risalendola fino a tre quarti per poi spostarsi a sx (est) in direzione della dorsale nord del “Doss dell’Anziana”. Sulla dorsale, si prosegue a dx fino all’anticima per piegare poi a sx e per ter-reno aperto si tocca la vicina cima del “Doss dell’Anziana” (m.2001). Da qui, si prosegue a dx (sud) sull’ampia dorsale che in breve porta alla cima del “Col Santo” (m. 2112), dal quale il panorama è splendido. Si scende dalla cima in direzione sud, sud-est puntando alla “Sella del Col Santo (m.1980) e prestando attenzione alle condizioni della neve sull’unico tratto scosceso dell’itinerario (utili i ramponi). Dalla sella ci si abbassa in direzione sud e si raggiunge la spianata sottostante, puntando direttamente al Rif. Lancia ormai bene in vista. Dal rifugio si segue la strada forestale in dir. nord-ovest che conduce di nuovo a Giazzera.

Ulteriori informazioni: http://www.sport.infotrentino.com/pagine/commenti.php?sport=1&comm=471