12 e 13 SETTEMBRE: IN BICI DA RESIA A MERANO

54 BICI – ESCURSIONISTI per 100 km di ciclabile, 1200 mt di dislivello in discesa e 200 in salita, tutti i biker son partiti da Resia, tutti hanno completato il giro del lago di Resia, e tutti sono giunti a Merano, nessuno ha considerato di utilizzare il treno anche parzialmente. Le nuvole sono state indulgenti, anticipando o posticipando il loro compito fisiologico (scaricare acqua), anche il sole non ha esagerato contenendo la sua forza. Inevitabile qualche piccolo acciacco ed un paio di cadute senza conseguenze, che non hanno tolto nulla alla soddisfazione generale.

Un “BRAVI” a tutti!!...

...ed eccoci alle impressioni di alcuni dei partecipanti:

"Anche quest’anno abbiamo partecipato alla “biciclettata” organizzata dal CAI di Rovato. È stata un’esperienza stimolante e di grande soddisfazione per tutti. È andato tutto secondo le nostre aspettative: il percorso: si snodava, il primo giorno, in riva al lago di Resia e il secondo giorno negli splendidi meleti della Val Venosta; le persone: tutte disponibili, simpatiche e puntuali; la sistemazione alberghiera: confortevole e di qualità; il tempo: ha piovuto quando a noi andava bene che piovesse: a fine percorso! (troppo forte!). Ci prenotiamo già per la prossima biciclettata. Grazie di cuore. Mara e Beppe"

......

"Mi sono iscritta a questa "biciclettata" immaginando di fare una sana e faticosa pedalata in gioiosa compagnia, immersa nel verde della natura attraverso luoghi già visitati. Ebbene mi sono sbagliata, non per la simpatica compagnia ovviamente, ma perchè lo splendore della Val Venosta, che credevo di conoscere, è stato sorprendente! Incantevole la vista dei paesi e dei borghi con le tipiche case, chiese, conventi e castelli disseminati lungo tutta la valle. E che dire dei meleti che abbiamo attraversato...Difficile descrivere la loro bellezza e vitalità, sembrava che tutte quelle mele, con i loro colori quasi fosforescenti, ci volessero accogliere in un grande e invitante abbraccio (al quale peraltro molti di noi hanno ceduto!!). Ma una particolare emozione l'ho provata vedendo dove nasce l'Adige; il grande Fiume che accompagnandoci lungo tutto il percorso, con il suo discreto e silenzioso scorrere mi ha aiutato a cadenzare la pedalata soprattutto verso la fine del percorso quando la fatica cominciava a farsi sentire nelle gambe e nel fondoschiena!!!! Per me non è stata una semplice gita ciclo-scursionistica, ma un susseguirsi di emozioni. Con l'aiuto di una bicicletta mi sono lasciata avvolgere dall'ambiente circostante che, ripeto, credevo di conoscere!. Grazie a tutti, ho trascorso due giornate bellissime. Ciao, Eleonora."

.......

…che dire?…dopo le riflessioni di alcuni partecipanti?: è andato tutto bene o siamo stati fortunati? Il tempo ha ritardato la pioggia attesa permettendoci di godere di tutto il paesaggio possibile. I 54 iscritti, come sempre, hanno accolto le proposte con grande positività; nessuno ha pensato alle possibili alternative al “pedalare” (prendere il treno o approfittare del pullman) anzi, anche chi ha provato un fastidio, per un ginocchio ballerino, non ha voluto assolutamente mollare!. Grazie a tutti della partecipazione e della fiducia….vi aspettiamo ancora. Dori