Poco dopo Lodrino, per chi arriva dalla val Trompia, si seguono le segnaletiche per Briale e quindi per il rifugio Nasego e per la ferrata, la strada che porta al parcheggio più in quota non è troppo agevole essendo parecchio stretta quindi attenzione, al parcheggio troviamo la segnaletica sia per il rifugio che per la ferrata, il cui attacco raggiungeremo in circa 20 minuti di cammino. La ferrata Nasego è una sequenza di 5 tronconi brevi ma impegnativi, a tratti divertente ma mai banale, intercala tratti appoggiati a tratti verticali dove serve la forza delle braccia, anche se si trova quasi sempre dove appoggiare i piedi perché dove mancano appoggi o gradini sono stati infissi nella roccia dei fittoni. Dall’attacco alla croce della cima ci sono circa 400 metri di dislivello, poca roba se non ci fosse di mezzo la ferrata che ci richiederà circa tre ore per percorrerla tutta. Per chi volesse accorciarla dopo il terzo e dopo il quarto troncone ci sono delle vie di fuga che portano al rifugio Nasego alleggerendo cosi lo sforzo. Dalla cima al parcheggio passando per il rifugio basta un’ora di cammino