Meta prefissata dalla gita: Cima Serottini. Il sabato precedente abbiamo però appreso, che una frana aveva interrotto la strada all’altezza di Edolo, così decidiamo di cambiare itinerario e di puntare alla Corna Blacca, che non avevamo salito, causa maltempo, in maggio. Ci siamo ritrovati alle 7 e in un’ora di macchina circa eravamo a San Colombano pronti ad affrontare i circa 1200m di dislivello che ci separavano dalla cima. Dopo un’ora e mezza di ripido e faticoso bosco, siamo saliti per un erto canalino poco battuto che ci ha portato ad incrociare il sentiero che sale dal Maniva. Negli ultimi 150 metri abbiamo seguito il sentiero lungo delle facili roccette e siamo così giunti in cima per un meritato riposo. Per completare il giro ad anello abbiamo poi imboccato il suggestivo percorso verso Pezzeda, con un paesaggio dolomitico mozzafiato, fino al bivio che ci ha poi riportati bosco iniziale e alle automobili, per il ritorno a casa. EMANUELE