Il primo giorno: Anche quest'anno si parte con l'oscurità, il primo gruppo sale a Rovato, il secondo più numeroso ad Ospitaletto, le previsioni sono ottime, si prospettano due giorni di sole ed è quanto ed è quanto troveremo in questa nostra biciclettata. L'arrivo è a Volpago del Montello dove ci aspetta Fabio, la nostra guida naturalistico-ambientale, che con molta professionalità ci consegna le biciclette personalizzate, che utilizzeremo per entrambi i giorni. Il gruppo parte alla volta di villa Sandi dove visitiamo una cantina che produce il famoso prosecco che ci viene offerto con l'aperitivo, si prosegue per Maser per raggiungere villa Barbaro, il percorso si snoda tra meravigliosi vigneti ed un canale, dove incontriamo parecchi pescatori, costeggiato da grandi alberi che ci donano la loro ombra mitigando il calore del sole. L'arrivo a villa Barbaro è spettacolare, la pista ciclabile è proprio il viale che conduce all'ingresso principale di quest'ultima aprendosi su di un giardino con fontana in tipico stile Palladiano. Per il pranzo ci fermiamo nella casa colonica della villa dove degustiamo salumi e formaggi tipici dell'alta marca Trevigiana, accompagnato da assaggi di vino tipico. Nel pomeriggio ci dividiamo in due gruppi, il primo visiterà il muso delle carrozze risalenti ai secoli scorsi, il secondo entrerà a visitare villa Barbaro con l'ausilio delle “pattine” (proprio quelle che ci facevano indossare le nostre mamme quando davano la cera ai pavimenti) per non usurare i pavimenti di parquet. Il secondo giorno: Ci svegliamo il mattino ed il sole già splende, tutti sono diligenti e puntuali, partiamo alla volta Cison di Valmarino dove saliamo con la funicolare a visitare il maniero di Castelbrando per visitarne gli esterni, restaurati con dovizia e dove noi donne vorremmo ritornare perché al suo interno è stata creata una SPA. Torniamo alla realtà, sotto c'è Enrico che ci aspetta con le biciclette, oggi il percorso si snoderà lungo le rive del lago di Revine per arrivare allo splendido castello di Serravalle, piccolo borgo di Vittorio Veneto, dove pranziamo all'ombra di una tensostruttura montata nel meraviglioso giardino e dove la proprietaria ci racconta le vicissitudini della famiglia originaria del maniero. Nel pomeriggio in attesa del pullman che purtroppo ci riporterà a casa, abbiamo l'opportunità di visitare l'antico borgo. Anche quest'anno il tempo è volato! Il rientro è sempre un po' triste, ma per fortuna abbiamo nel nostro gruppo la simpaticissima signora Valeria che ci tiene allegri raccontandoci con maestria divertenti battute e barzellette apprezzate da tutto il gruppo. Un affettuoso ringraziamento ed un arrivederci “alla prossima” a tutti i partecipanti dagli organizzatori: Fabrizio,Tullio,Ezio,Vincenzo e Tiziana.