Classica gita dedicata all’apertura dei rifugi, quasi coincidente con la fine della primavera. Peccato che il tempo non ne sia al corrente poiché da giorni ormai una perturbazione ci regala acqua in abbondanza. 14 i partecipanti di cui 2 ragazzi. Durante il percorso verso il rifugio Curò, una brevissima schiarita ci consente la visione delle cascate ritenute le più alte d’Europa. La serata passa tra giochi vari e speranze che il giorno seguente sia migliore. Di buon mattino sembra che il cielo sia dalla nostra parte, il tempo di fare colazione e partire e già si intravedono le prime nubi che ci regalano, una volta giunti al Passo della Malgina, un inizio di nevicata che ci invita ad un precipitoso ritorno. Acqua e leggero nevischio ci accompagnano fino al rifugio. Ritorno alle macchine sempre bagnati ma comunque contenti del (mal) tempo trascorso insieme e in allegria. Arrivederci alla prossima.